Auto GP - Lo sport dei motori in rete - Formula Uno - Formula 3000 - Formula 3 - Turismo - Dtm - Salite Advertisign - Banner 468x60
GRAN TURISMO TURISMO MONOMARCA CRONOSCALATE
Contatti | Newsletter | Appuntamenti | AutodromiScuole PilotaggioRegolamentiTecnica
ADV
 CLIO CUP

 :: In Evidenza
 :: Classifiche
 :: Notizie
 :: Calendario
 :: Fotografie



 

  » IN EVIDENZA


Saetta Mc Quenn

Clio CUP Italia - Misano
Zanini vince gara 1e Nogues ipoteca il titolo

Gara 2 - C’è sempre una prima volta. Anche per Stefano Zanini, che a Misano è riuscito ad ottenere la sua prima vittoria nella Clio Cup Italia. Il pilota milanese della Composit Motorsport, alla sua terza stagione di militanza nel monomarca Renault, ha messo tutti dietro in Gara 2, dopo essere stato autore di un’ottima partenza.
Ancora un podio per Oscar Nogues, secondo al traguardo dopo un acceso duello con Nicola Rinaldi. Lo spagnolo del team Rangoni Motorsport, che aveva concluso primo in Gara 1, allunga così il suo vantaggio nella classifica assoluta, approfittando anche del fatto che il suo diretto rivale Ronnie Marchetti non è riuscito ad andare oltre il nono posto ed ipotecando il titolo (sono 50 i punti di vantaggio che adesso lo separano dal marchigiano). In evidenza nuovamente i piloti della Go Race: oltre allo stesso Rinaldi, a rendersi protagonista di un’ottima condotta è stato Vito Postiglione, il quale ha concluso quarto precedendo Guglielmo Pipolo ed il suo compagno di squadra Federico Gioia. «È la mia priva vittoria in assoluto. Una gara fantastica, anche se sul finire ho dovuto faticare per gestire al meglio le gomme da bagnato, con la pista che si andava asciugando» - ha commentato Stefano Zanini dopo l’arrivo. «Ancora un podio e ancora punti, dopo la vittoria di ieri. Era quello che volevo ottenere qui a Misano. - ha dichiarato Oscar Nogues - Adesso potrò affrontare l’ultimo appuntamento di Varano con maggiore tranquillità».

LA CRONACA. Prima fila tutta Monolite Racing, con Scieghi in pole e Bergonzini al sui fianco, per effetto dell’inversione in griglia dei primi otto di Gara 1. Al via del giro di ricognizione, con la pista umida, rimane invece fermo sullo schieramento l’irlandese Murray. Esitazione in partenza per Scieghi, che non si avvede immediatamente della luce verde, scivola in mezzo al gruppo ed è coinvolto subito in un contatto. È viceversa Zanini a portarsi al comando seguito nell’ordine da Rinaldi e Nogues. All’inizio della seconda tornata lo spagnolo allunga la staccata e guadagna una posizione. Nel frattempo Postiglione risale quarto e Scieghi rientra ai box. Bene anche Pipolo, che già alla terza tornata transita quinto (scattava 12esimo). Tutto “cristallizzato”, fino a sette minuti dallo scadere del tempo, quando Rinaldi avvicina Nogues prendendogli la scia, balza secondo e prova anche a riagganciare l’immutato leader Zanini. Ma è Nogues a farsi nuovamente sotto e a tornare davanti ad un paio di curve dalla bandiera a scacchi. A tagliare per primo il traguardo è invece Zanini, praticamente in testa fin dall’inizio.

Gara 1 - Un finale rocambolesco e ricco di colpi di scena, quello della prima delle due gare del weekend di Misano, quinto dei sei doppi appuntamenti della Clio Cup Italia, che ha visto al via ben 34 vetture, incoronando ancora una volta Oscar Nogues. Lo spagnolo ha messo a segno il suo sesto successo della stagione 2011 e assieme all’irlandese Eoin Murray, secondo in occasione del proprio esordio nel monomarca della Fast Lane Promotion, ha permesso al team Rangoni Motorsport di centrare una doppietta.

A Vito Postiglione la soddisfazione di essere salito sul gradino più basso del podio ed avere fatto segnare il giro più veloce, dopo essere partito dalla pole. Ma il potentino, portatosi al comando fin dal semaforo verde, ha dovuto cedere la leadership a pochi minuti dalla bandiera a scacchi, retrocedendo terzo nel corso dell’ultima tornata. “Tris” Go Race, con lo stesso Postiglione tallonato dai suoi compagni di squadra Nicola Rinaldi e Federico Gioia, rispettivamente quarto e quinto al traguardo. Ottima la condotta di Stefano Zanini (Composit Motorsport), che ha chiuso sesto davanti ai due alfieri della Monolite Racing, Matteo Bergonzini ed il rientrante Luca Scieghi, con Markus Gummerer (Target Competition) ed Enrico Dell’Onte, anche lui con i colori della Composit Motorspot, a chiudere la “top-ten”.

Con questa affermazione, Nogues ha preso le distanze in vetta alla classifica nei confronti di Ronnie Marchetti, a pari punti con il pilota iberico alla vigilia di questo round romagnolo e particolarmente sfortunato: il marchigiano non ha potuto infatti prendere il via, fermato già nel giro di ricognizione da un problema meccanico.

LA CRONACA. Al “via” rimane al comando Postiglione, che scatta bene dalla pole, subito tallonato da Nogues e Murray. Più distanziato c’è Rinaldi, che mantiene la quarta posizione. Bene anche Federico Gioia, abile a scavalcare Luciano Gioia ed Arcarese, portandosi sesto nelle fasi iniziali. Dal quarto giro in poi, Postiglione dà l’impressione di distanziare i due inseguitori del team Rangoni Motorsport, in lotta fra di loro. Grande recupero anche di Zanini, che dopo essere scivolato indietro nel corso del primo giro, riesce a passare Arcarese, il quale nel frattempo era ritornato settimo. Proprio quest’ultimo nel corso dell’ottava tornata finisce fuori pista dopo un precedente contatto, lasciando strada libera a Bergonzini (che partiva 12.) e Scieghi, con Gummerer e Foglio a completare la “top-ten”. Rientra ai box subito dopo Luciano Gioia. Ad un minuto e mezzo dallo scadere del tempo Nogues rompe gli indugi, si riavvicina a Postiglione e lo passa di forza, subito imitato anche da Murray che riesce ad approfittare delle scie.

ReSa - 24 luglio 2011 - Content by Renault Sport Italia




Clicca qui
 

 -


Advertisign - Banner 120x600
 
Tutto il materiale in questo sito è © 2011 Auto GP - E' vietata la riproduzione anche parziale
Segnala il portale | Inserisci nei preferiti | In prima pagina

  Auto GP